Comune di Pavia - Assessorato alle Biblioteche Civiche - Settore Cultura

Informazioni personali

La mia foto
Piazza Petrarca, Pavia, Italy
Per maggiori informazioni: Clicca qui

Orari di apertura:
lunedì-martedi; giovedi-venerdi: ore 13-19
mercoledi e sabato : ore 8-13
Blog Archive

Archivio blog

Cerca nel blog

Percorsi e incontri

Adil El Marouakhi (1) Ahmad Vincenzo (1) Alberto Bertolino (1) Alberto Moravia (1) Alessandro Cattaneo (1) Andrea Basevi (2) Andrea Borghi (1) Andrea Valente (4) Angela Nanetti (1) Angela Pesci (1) Angelo Ricci (1) Angelo Vicini (1) Anna Cerasoli (1) Anna Lavatelli (1) Anna Maria Casavola (1) Anna Maria Mori (2) Anna Modena (1) Anna Turra (1) Antonio Amore (2) Antonio Fiore (1) Antonio Sacchi (5) Arianna Arisi Rota (1) Arrigo Levi (1) Arturo Colombo (1) Aurora Marsotto (1) Bar dell'Università (5) Barbara Garlaschelli (1) Bartolomeo Sorge (1) Beatrice Masini (1) Beatrice Solinas Donghi (1) Beniamino Sidoti (1) Boris Pahor (1) Bros (1) Bruno Cerutti (1) Bruno Franceschetti (1) Candido Cannavò (2) Carla Cerati (1) Carlo Boccadoro (1) Carlo Cerchioli (1) Carlo Ciaponi (1) Carlo Gallucci (1) Castello Visconteo (2) Certosa (1) Cesare Colombo (1) Chiara Lungo (1) cinema teatro Castello (1) Claudia Bonsi (1) Clemente Ferrario (7) Collegio Ghislieri (3) Corrado Stajano (1) Daniele Biacchessi (2) Daniele Crosta (1) Daniele Nicolosi (1) Darwin Pastorin (1) Davide Ferrario (1) Desideria Guicciardini (1) Di 3/4 (6) Domenica Luciani (1) Don Andrea Gallo (1) Don Franco Tassone (3) Donata Vicini (1) Donato Dellavalle (1) Duomo (1) Edoardo Erba (2) Eligio Gatti (1) Elio D'Adamo (1) Elio Veltri (1) Elisa Chiari (2) Emanuela Audisio (1) Emanuela Bussolati (1) Emanuela Nava (1) Emanuele Luzzati (1) Emilio D'Adamo (1) Emilio Gabba (1) Emilio Radice (1) Emmanuela Carbé (1) Enrico Magenes (1) Eraldo Affinati (1) Ermanno Detti (2) Ermanno Rea (1) Ester Bonetti (1) Ettore Mo (1) Eugenio Critelli (2) Ezio Sisto (1) Fabrizio Fiaschini (3) Federico Biscione (1) Felice e Celina (1) Fernando Rotondo (3) Filippo Ticozzi (1) film (1) Fiorenzo Grassi (1) Franca Graziano (1) Francesca Porreca (1) Francesco Gesualdi (1) Francesco Mastrandrea (1) Franco Rositi (1) Franco Vittadini (1) Fred Wander (1) Frediano Sessi (2) Fulvio Mauri (1) Gabriele Albanesi (2) Gabriella Fusi (1) Gianandrea Nicolai (1) Giancarlo Poma (1) Giancarlo Toran (1) Gianfranca Lavezzi (6) Gianfranco Poma (1) Gianluca De Col (1) Gianni Biondillo (1) Gianni Cella (1) Gianni Mura (1) Giorgio Falco (1) Giorgio Simonelli (1) Giornata della Memoria (4) giovani (1) Giovanni Giovanetti (1) Giovanni Giudici (1) Giovanni Lodetti (1) Giovanni Zaffignani (1) Gipo Anfosso (1) Giulia De Dominicis (1) Giuliano Scabia (1) Giuliano Turone (1) Giulio Guderzo (1) Giuseppe Cederna (1) Giuseppe De Carli (1) Giuseppe Del Frate (1) Giuseppe Guglielminotti (4) Giuseppe Pederiali (1) Giuseppe Polimeni (4) Gloria Ghioni (2) Guia Croce (1) Guido Petter (3) Gustavo Pietropolli Charmet (1) incontri (4) Incontro con l'autore (2) Isoke Aikpitanyi (1) Istituto Bordoni (1) Istituto Franco Vittadini (1) Istituto San Giorgio (5) La capitale invisibile (1) Laura Cesaris (1) Laura Maragnani (1) Lia Levi (1) Libri animati (9) libri per l'infanzia (1) Liceo Copernico (6) Lidia Maggi (1) Linda Lucini (1) Luca Mazzieri (1) Luca Novelli (1) Luchino Dal Verme (1) Luciano Canfora (1) Luciano Tas (1) Lucio Fregonese (1) Luigi Mascheroni (1) Luigi Pagano (1) Magda Barile (1) Manuela Curioni (1) Manuela Malchiodi (1) Marcellino Brivio (1) Marco Delfiol (1) Marco Galandra (1) Marco Mazzieri (1) Marco Philopat (1) Margherita Hack (1) Maria Assunta Zanetti (1) Maria Grazia Rossi (1) Maria Teresa Nizzoli (2) Marianna Bruschi (1) Mariapia Fanfani (2) Marina Tesoro (2) Marino Magliani (1) Mario Cervi (1) Mario Ferrari (2) Mario Isnenghi (1) Mario Pannunzio (1) Massimo Carlotto (2) Massimo Teodori (1) Matteo Garrone (1) Maurizio Crosetti (1) Maurizio Cucchi (1) Mauro Bignamini (1) memorie e storia (1) Michele Monina (1) Mino Milani (3) Monica Ferrari (1) Monica Tassi (1) mostra (3) musical (3) Nadia Meriggi (1) Oliviero Diliberto (1) ombre cinesi (1) Osvaldo Cavandoli (1) Paolo Cambieri (1) Paolo Colombo (1) Paolo Di Stefano (1) Paolo Fornelli (1) Paolo Landi (1) Paolo Papotti (1) Paolo Segatti (1) Pasquale Marrazzo (1) Patrizia Pinotti (1) Paul Bakolo Ngoi (1) Pavia (10) Per certi versi (1) Philip Ridley (1) Pierangelo Lombardi (1) Piero Majocchi (1) Piero Ventura (1) Pinin Carpi (1) Pino Roveredo (2) poesia (1) progetti scolastici (8) Quaderni di storia (2) Quattro chiacchiere con... (115) Raffaele La Capria (1) Randa Ghazy (1) Renata Ciaravino (1) Riccarda Mandrini (1) Roberta Gandolfi (1) Roberto Dionigi (2) Roberto Figazzolo (2) Roberto Piumini (2) Roberto Santillo (2) Roberto Traverso (3) Ryan Dooley (1) Sandra Basti (1) Sandro Lagomarsini (1) Santa Clara (1) Sebastiano Ruiz Mignone (2) Sebastiano Vassalli (1) Segnali d'allarme (1) Shakespeare (1) Silvana Borutti (2) Silvia Roncaglia (2) Silvia Vegetti Finzi (1) Silvio Ferrari (1) Simona Atzori (1) Slam Poetry (1) spettacoli (20) Stefano Lorenzi (1) Stefano Maggi (2) Stefano Mosti (1) Stefano Rossi (1) storia (1) Sul fiume (5) Teatro Fraschini (2) Teatro Volta (1) Tiziano Scarpa (1) Tommaso Tornielli (1) Tonino Conte (1) Torre civica (1) Tra letteratura e musica (3) Tullio Montagna (1) Ubaldo Nicola (1) Ugo Nastrucci (2) Umberto Ambrosoli (1) Università di Pavia (14) Verdiana (1) Vincenzo Andraous (4) Vincenzo Buccheri (1) Vincenzo Pardini (1) Virginio Paolo Gastaldi (1) Virginio Rognoni (5) Walter Fontana (2) Walter Minella (1) Walter Morelli (1)

Lettori fissi

venerdì 18 dicembre 2009

Quattro chiacchiere con... "Il mercante dell'acqua"

venerdì 11 dicembre 2009

Quattro chiacchiere con... "Gli anni di piombo"

Mario Cervi (giornalista e scrittore)
Luigi Mascheroni (giornalista e scrittore)

Venerdì 11 dicembre 2009 - h. 17.30

"Gli anni del piombo: l'Italia fra cronaca e storia"
Presenta: Marina Tesoro (docente di Storia Contemporanea)
Università, Aula Scarpa


Gli anni del piombo. L’Italia e il giornalismo di ieri e di oggi raccontati da Mario Cervi a un giovane cronista, Luigi Mascheroni. Dai grandi processi di «nera» del Dopoguerra, alle memorabili «battaglie» giornalistiche, da Erich Priebke al caso Mattei, ai grandi reportage internazionali, alla nascita de «il Giornale», fondato con l’amico Indro Montanelli, con il quale condivise il lavoro di storico.

Mario Cervi inizia la carriera di giornalista nel 1945, come cronista del Corriere della Sera. Come inviato speciale si occupa di cronaca giudiziaria. È testimone di importanti avvenimenti esteri: dalla crisi di Suez (1956) al golpe dei colonnelli in Grecia (1967), al golpe di Pinochet in Cile (1973), all'invasione turca di Cipro (1974). Nel giugno del 1974 lascia il Corriere della Sera ed è tra i fondatori, insieme a Montanelli, de Il Giornale, con incarichi di editorialista e inviato, poi anche vice direttore. Con Montanelli ha un consolidato rapporto di amicizia e collaborazione: insieme infatti scrivono tredici volumi della Storia d'Italia. Mario Cervi segue il suo direttore anche nell'esperienza de La Voce. Ritornerà a Il Giornale come direttore dopo l'abbandono di Vittorio Feltri. Lascia la direzione de Il Giornale nel 2001, ma continua la sua collaborazione come editorialista. Cura da tempo anche una rubrica politica sul settimanale Gente.




Luigi Mascheroni è nato a Varese nel 1967. Ha scritto per «Il Sole 24 Ore», «Il Foglio», «il Domenicale». Dal 2001 lavora al «Giornale». Insegna Teoria e tecniche del linguaggio giornalistico all’Università Cattolica di Milano. Nel 2007 ha pubblicato “Il clan dei milanesi”.


giovedì 3 dicembre 2009

Quattro chiacchiere con... "Giorgio Ambrosoli, storia di un uomo libero"

Umberto Ambrosoli (avvocato)

Giovedì 3 dicembre 2009, h. 18.00

"Giorgio Ambrosoli, storia di un uomo libero"

Presenta: Elio Veltri (medico ed ex parlamentare)
Università, Aula I di Giurisprudenza


“Qualunque cosa succeda. Storia di un uomo libero’ di Umberto Ambrosoli, pubblicato da Sironi Editore, è la storia di Giorgio Ambrosoli, per cinque anni commissario liquidatore della Banca Privata di Michele Sindona, ucciso a Milano da un killer la notte tra l’11 e il 12 luglio 1979. La racconta a trent’anni di distanza il figlio Umberto, che ai tempi era bambino, sulla base di ricordi personali, familiari, di amici e collaboratori e attraverso le agende del padre, le carte processuali e alcuni filmati dell’archivio RAI. Sullo sfondo, la storia d’Italia in quel drammatico periodo.


Umberto Ambrosoli, classe 1971, è avvocato penalista a Milano. E’ il più giovane dei tre figli di Giorgio Ambrosoli. Da anni è impegnato a valorizzare e attualizzare la storia del padre, partecipando ad incontri nelle scuole di tutta Italia, a convegni e a iniziative pubbliche ed editoriali.



domenica 29 novembre 2009
IL PAESE DELLA VERGOGNA

di Daniele Biacchessi


Regia di Daniele Biacchessi
Debutto Auditorium Liceo Copernico 29 novembre 2009




Nello spettacolo si fondono recitazione, lettura  e dialogo con il pubblico. Le voci degli attori si alternano, narrando stragi e attentati avvenuti nell'Italia del XX secolo, sempre soffermandosi sulle vittime : nome, cognome, età, ultime azioni e, quando possibile, carattere e idee. L'eccidio di S. Anna di Stazzema, la strage di Bologna, l'uccisione di Peppino Impastato e ancora altri crimini, tutti accomunati dal fatto che le vittime, per una ragione o per un'altra, non hanno avuto giustizia. Però, come sottolinea Biacchessi, queste storie devono continuare a vivere, essere ricordate, raccontate, recitate affinché nessuno dimentichi le vittime senza giustizia.          Uno spettacolo coinvolgente e toccante, volto a risvegliare la coscienza civile e il bisogno di giustizia degli spettatori, scritto  perchè tutti sappiano e nessuno dimentichi.
                                                                                                        N. Ravasi  V D

Quattro chiacchiere con... "Il paese della Vergogna"

Daniele Biacchessi (giornalista, scrittore, autore di teatro civile)

Domenica 29 novembre 2009 - h. 21
Lunedì 30 novembre 2009 - h. 21

"Il paese della Vergogna"

Presenta: Elio D'Adamo (pubblicista)
Auditorium Liceo Copernico


Il paese della Vergogna
. Il volume contiene flash, racconta circostanze, dà volti a nomi e personaggi, ne colora i contorni, li mette insieme, infonde e intreccia emozioni, ma soprattutto sollecita la coscienza civile, quella che parla di altri ma che si riferisce proprio a noi stessi. Ci sveglia da una letargia pericolosa e profonda, ci scuote e ci invita a meditare.

Lo spettacolo. Un libro sulla cronaca nera e giudiziaria, ma soprattutto una testimonianza appassionata scritta dalla parte delle vittime, dei loro familiari e di chi ancora aspetta che sia fatta giustizia. Daniele Biacchessi, oltre a giornalista e scrittore, è anche autore, regista ed interprete di teatro narrativo civile: uno dei suoi testi, “Piovre”, sui delitti di Mafia, sarà messo in scena per la rassegna “Tra letteratura e teatro”per le scuole superiori. Lo spettacolo vedrà la presenza in scena dell’autore e di sei giovani attori pavesi che da anni producono testi per le scuole. Dopo lo spettacolo l’autore si incontrerà con il pubblico. Gli spettacoli e i susseguenti incontri saranno la domenica sera 29 novembre e la mattina del 30 per i ragazzi.

Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore. Vicecaporedattore di Radio24-Il Sole 24 Ore. Premio Cronista 2004 e 2005 per il programma “Giallo e nero”. Collabora con il mensile “Mucchio Selvaggio”. Dal 1975, ha lavorato e collaborato con numerose testate: Radio Rai (Noi in Lombardia, Domenica con noi, Blue note), Radio Popolare, Radio Regione, Radio Lombardia, Telemilano 2, Telenova, Rete A, Antenna3, Unità, Avvenimenti, Europeo. E’ stato direttore della sede milanese, inviato e cronista parlamentare di Italia Radio dal 1988 al 1999. Ha pubblicato sedici libri d’inchiesta.

venerdì 20 novembre 2009

Quattro chiacchiere con... "Valori di cartone"




Manuela Malchiodi (ricercatrice Osservatorio di Pavia)

Venerdì 20 novembre 2009 - h. 18.00

"Valori di cartone: esperienze e personaggi dell'animazione televisiva"
Presenta: Giorgio Simonelli (docente di Giornalismo)
Università, Aula Volta


Valori di Cartone. La ricerca è stata commissionata da Mediaset all’Osservatorio di Pavia. Il libro racconta i risultati di una ricerca svolta su un ampio campione di cartoni animati tratto dalle principali emittenti analogiche, satellitari e in digitale terrestre, con l’obiettivo di verificare le caratteristiche dell’offerta e, in particolare, la sua connotazione in termini di valori trasmessi. L’indagine combina approcci metodologici quantitativi e qualitativi, che consentono di osservare l’oggetto di studio da varie prospettive. La prima sezione del libro esplora i palinsesti, descrive le principali caratteristiche dei cartoni animati - l’origine geografica, culturale e temporale, i generi, i formati, i registri narrativi, la caratterizzazione dei personaggi - e ne analizza il linguaggio, così da cogliere le strutture linguistiche proposte ai bambini, gli stili di vita e i modelli relazionali che affiorano nei testi. Con particolare attenzione, infine, si concentra sui valori presenti nelle narrazioni e identifica quattro dimensioni alle quali i cartoni animati possono essere ricondotti, in base alle loro costellazioni valoriali: Agonismo, Rivalità, Educazione, Ricreazione.



L’Osservatorio di Pavia nasce nel 1994 in seno alla C.A.R.E.S., Cooperativa di analisi e rilevazione economiche e sociali, e si sviluppa come istituto di ricerca e di analisi della comunicazione. L’obiettivo fondante dell’Osservatorio è la tutela del pluralismo sociale, culturale e politico nei mezzi di comunicazione. In questa prospettiva si inquadrano le differenti attività, le strategie e le aree di azione dell’istituto, che si contraddistingue per indipendenza e autonomia professionali. Sin dalla nascita, l’Osservatorio lavora in stretta collaborazione con l’Università degli Studi di Pavia, grazie al cui apporto scientifico ha messo a punto una complessa metodologia di rilevazione e analisi della presenza politica nella comunicazione mediatica.




venerdì 13 novembre 2009

Quattro chiacchiere con... "Artemidoro e i suoi imitatori"



Luciano Canfora (storico e saggista)

Venerdì 13 novembre 2009 - h. 17.30

"La ricerca del vero: Artemidoro e i suoi imitatori"
Presenta: Emilio Gabba (Accademico dei Lincei)
Università, Aula Scarpa




Il papiro d’Artemidoro. Tutto comincia quando un mercante armeno propone all'Università di Milano di esaminare un papiro di circa 2,5 metri alto 32,5 centimetri. Il documento contiene, oltre a cinque colonne di un testo greco, sul lato recto una mappa geografica, ritratti di volti e disegni di varie parti del corpo umano; sul verso una quarantina di figure animali. Il reperto sarebbe stato rinvenuto dal mercante in una mummia, con altri frammenti di papiro di epoca neroniana. Il reperto è datato alla metà del I secolo d.C. e il testo è identificato come parte della perduta Geografia di Artemidoro di Efeso. Acquistato da una Fondazione, il papiro diventa il cuore di una grande mostra allestita a Torino nel 2006 e la sua improvvisa apparizione suscita clamore nell'ambiente degli studiosi di testi antichi e degli storici dell'arte. Peccato, sostiene Luciano Canfora, che si tratti di un clamoroso falso.

Luciano Canfora. Dopo la laurea in Storia romana conseguita nel 1964 e la successiva specializzazione con il perfezionamento in Filologia classica alla Normale di Pisa, ha iniziato la carriera universitaria come assistente di storia antica e successivamente di letteratura greca. Attualmente è professore ordinario di Filologia greca e latina presso l'Università di Bari e direttore scientifico della Scuola Superiore di Studi Storici di San Marino. È elzevirista del Corriere della Sera e collabora con La Stampa. Ha coordinato e diretto, assieme a Diego Lanza e a Giuseppe Cambiano, "Lo spazio letterario della Grecia antica" , 5 voll., Salerno editore, Roma 1992-1996. Si tratta di un'opera collettiva sui diversi caratteri della filologia greco-antica, della letteratura greca e della sua persistenza. A tale opera hanno contribuito i massimi esperti italiani di filologia e storia della letteratura greca.

venerdì 6 novembre 2009

Quattro chiacchiere con... "Un paese non basta"

Arrigo Levi (giornalista e scrittore)

Venerdì 6 novembre 2009 - h. 17.30

"Un paese non basta"
Presenta: Arturo Colombo (professore emerito di Storia delle dottrine politiche)
Introduce: Marco Galandra (Assessore alle Biblioteche Civiche)
Università, Aula Scarpa


Un paese non basta. A coronamento di una carriera intensa e fortunata, Arrigo Levi si è accinto a scrivere il suo "come diventai giornalista" ma, si sa, la memoria ci porta dove vuole lei: così è nato questo limpido e sereno reincontro con le proprie origini, un racconto intessuto di riflessioni e ricordi, che rievoca il mondo felice della giovinezza, trascorsa in un'agiata famiglia della borghesia ebraica modenese e poi le peripezie subite a causa dell'andata al potere del fascismo e delle leggi razziali, l'emigrazione in Argentina, il ritorno in patria, la partecipazione da soldato alla nascita di Israele, il decennio nell'Inghilterra di Churchill e di Giorgio VI, l'ingresso definitivo nel giornalismo. Ritessendo la tela della propria formazione, itinerante di paese in paese, Levi riflette anche sulla fede, sui totalitarismi, sulla tragedia della Shoah, e in pagine di lucida e spesso sorridente saggezza consegna al lettore una penetrante lezione sul Novecento.

Arrigo Levi



Arrigo Levi, saggista e giornalista, di recente consigliere dei presidenti Ciampi e Napolitano. Tra i numerosi libri pubblicati con il Mulino segnaliamo: "Rapporto sul Medio Oriente" (1998), "Dialoghi sulla fede" (con V. Paglia e A. Riccardi, 2000), "America Latina: memorie e ritorni" (2004) e "Cinque discorsi fra due secoli" (2004).



Arturo Colombo

Quattro chiacchiere con... VIII edizione

ANNO 2009/2010


La rassegna culturale “Quattro chiacchiere con…”, giunta quest’anno all’ottava edizione, propone al pubblico dei lettori pavesi un calendario di appuntamenti di ampio interesse, in virtù della presenza, a partire da novembre sino a maggio del prossimo anno, di ospiti prestigiosi nel campo della letteratura, della ricerca storica, del giornalismo, delle scienze sociali e di altri significativi campi del sapere contemporaneo.
L’Amministrazione comunale in carica da pochi mesi vuole essere particolarmente attenta e sensibile alle iniziative che promuovono e sviluppano tanto la conoscenza del nostro passato e dei temi più formativi dell’attualità, quanto la crescita di un sentimento di appartenenza alla comunità condiviso e consapevole: a tale proposito il calendario di incontri che presentiamo si dimostra già al primo sguardo pienamente in grado di raggiungere un obiettivo di così rilevante portata, anche sulla base di un’esperienza didattica pluriennale, dimostratasi sempre efficace e di notevole successo.
Mi è gradito ricordare come questa manifestazione, in grado di soddisfare comunque gli interessi di qualsiasi fascia d’età, risulti in particolare indirizzata al pubblico dei giovani in età scolare, mediante incontri con personalità di eccezionale valore che possono fornire loro una visione più consapevole e approfondita di temi di attualità sociale come la disabilità, la criminalità organizzata, la dipendenza da sostanze, il terzo mercato, ma anche di argomenti di carattere civico legati all’analisi della società italiana vista in una prospettiva che, dalle sue radici storiche più significative, giunge alla disamina delle principali dinamiche contemporanee.
Desidero infine sottolineare come la preparazione di questa nuova edizione di “Quattro chiacchiere con…”, promossa dalla Biblioteca Bonetta, sia stata possibile grazie alla preziosa collaborazione dell’Università di Pavia, della Biblioteca del Liceo Scientifico Copernico, dell’Istituto San Giorgio e della libreria CLU: non mi resta che augurare a tutti i futuri partecipanti buona lettura e… buona cittadinanza!

Marco Galandra
Assessore alle Biblioteche Civiche - Comune di Pavia


Il programma della VIII edizione:
(clicca sui titoli degli incontri per maggiori informazioni)

1. Arrigo Levi giornalista e scrittore
Venerdì 6 novembre ore 17,30
“Un paese non basta”
Presentato da Arturo Colombo
Università - Aula Scarpa

2. Luciano Canfora storico e saggista
Venerdì 13 novembre ore 17,30
"La ricerca del vero: Artemidoro e i suoi imitatori"
Presentato da Emilio Gabba
Università - Aula Scarpa

3. Manuela Malchiodi ricercatrice Osservatorio di Pavia
Venerdì 20 novembre 2009 ore 18,00
“Valori di Cartone: esperienze e personaggi dell’animazione televisiva”
Presentata da Giorgio Simonelli.
Università - Aula Volta

4. Daniele Biacchessi giornalista, scrittore e autore di teatro civile
Domenica 29 novembre 2009 ore 21
Lunedì 30 novembre 2009 ore 9
“Il paese della Vergogna”
Presentato da Emilio D’Adamo
Auditorium Liceo Copernico

5. Umberto Ambrosoli avvocato
Giovedì 3 dicembre 2009 ore 18,00
“Giorgio Ambrosoli, storia di un uomo libero”
Presentato da Elio Veltri.
Università - Aula Scarpa

6. Mario Cervi giornalista e scrittore
Luigi Mascheroni giornalista e scrittore
Venerdì 11 dicembre 2009 ore 17,30
“Gli anni del piombo: l’Italia fra cronaca e storia”
Presentati da Marina Tesoro
Università - Aula Scarpa

7. Francesco Gesualdi coordinatore centro nuovo modello di sviluppo
Venerdì 18 dicembre 2009 ore 17,30
“Il mercante d’acqua: diritti e beni comuni”
presentato da Gipo Anfosso.
Università - Aula Volta

8. Corrado Stajano scrittore
Mercoledì 20 gennaio ore 17,30
“La città degli untori”
Presenta: Gianfranca Lavezzi
Università - Aula Volta

9. Anna Maria Casavola ricercatrice Museo Storico della Liberazione di Roma
Lunedì 25 gennaio 2010 ore 17,30
"7 ottobre 1943: la deportazione dei carabinieri romani nei lager nazisti"
per la Giornata della memoria:
27 gennaio 2010 ore 9, ore 11 e ore 21.
Auditorium Liceo Copernico
28 gennaio 2010 ore 9, ore 11.
Salone-teatro istituto San Giorgio
“Scrivo con le mani legate” 

10. Anna Maria Mori scrittrice
Mercoledì 10 febbraio 2010 ore 17,30
“Nata in Istria”
Presenta: Virginio Paolo Gastaldi
Università - Aula Scarpa

11. Pino Roveredo scrittore
Lunedì 22 febbraio ore 17,30
“Salvarsi con la scrittura” 
Presenta: Giuseppe Polimeni
Università - Aula Scarpa

12. Tiziano Scarpa scrittore
Martedì 9 marzo 2010 ore 17,30
"Fantasia e Storia: che ce ne facciamo dell'immaginazione individuale?" 
Presenta: Mauro Bignamini
Università - Aula Volta

13. Marco Philopat scrittore
Venerdì 19 marzo 2009 ore 17,30
"Deviazioni non obbligatorie su percorsi alternativi" 
Presenta: Piero Majocchi
Università - Aula Scarpa

14. Simona Atzori ballerina, pittrice, nata senza braccia
Giovedì 25 marzo ore 10
“E li chiamano disabili” 
Auditorium Liceo Copernico

15.Gabriele Albanesi Insegnante
Mercoledì 14 aprile ore 17,30
“Quando il bambino disegna…” 
Presenta: Monica Ferrari
Università - Aula Volta

16. Domenica Luciani scrittrice per ragazzi
Lunedì 19 aprile ore 11
'Amicizia senza frontiere'.
Presenta: Fernando Rotondo
Salone-teatro istituto San Giorgio

17. Silvia Vegetti Finzi psicologa clinica e scrittrice
“Nuovi nonni per nuovi nipoti”.
Mercoledì 5 maggio ore 17,30
Presenta: Maria Assunta Zanetti.
Università - Aula Scarpa

18. Paolo Colombo Direttore del Centro Ecumenico Europeo per la Pace.
Lidia Maggi Pastore della chiesa Valdese di Lodi.
Mercoledì 19 maggio ore 17,30
“Prospettive ecumeniche in una società plurale” 
Presenta: Mons. Gianfranco Poma.
Università – Aula Volta


mercoledì 2 settembre 2009

Tra letteratura e musica 2009/'10


L'EDIZIONE 2009/'10
· Che Cetra lo swing! 
Racconto divertito dell’uso della voce all’interno della musica jazz/pop. 
Sacher quartet 
_ Mercoledì 5 maggio ore 9 
_ Mercoledì 5 maggio ore 11 

· A me mi piace il blues 
Viaggio nel mondo del blues ed del bluesmen tra racconto e musica da New Orleans a Chicago, dalla tradizione alle forme più evolute di e con… 
Tamboo&friend 
_ Giovedì 6 maggio ore 9 
_ Giovedì 6 maggio ore 11 

· Dimmi chi erano i Beatles 
La storia dei Beatles dalle origini allo scioglimento. Aneddoti, profilo di ogni componente, canzoni. La storia di un’epoca. 
Back to the Beatles 
_ Mercoledì 12 maggio ore 9 
_ Mercoledì 12 maggio ore 11 

· Sotto le stelle del Jazz 
Una panoramica della musica afroamericana nel '900 come presupposto di esistenza delle odierne musiche pop. presentazione degli strumenti musicali che utilizzati durante lo spettacolo: tromba, trombone a tiro, clarinetto, saxofoni vari, flauto traverso, contrabbasso, chitarre o tastiera. Il programma si articola tra i vari tipi di jazz (dixie, swing, cool, hard bop) ed il blues... 
Kings of swing- Perelli&Villani band 
_ Giovedì 20 maggio ore 9 
_ Giovedì 20 maggio ore 11 

· L’abbigliamento del fuochista 
Le canzoni che raccontano la Storia (…e anche un po’ la geografia) 
“La storia siamo noi” canta Francesco De Gregori, ma, forse, sarebbe meglio dire che oramai da molti anni la storia sono le canzoni. 
Canzonette, canti, ballate, filastrocche rap hanno letto, tratto ispirazione o, più semplicemente, citato la storia del nostro tempo muovendosi in stretto contatto con il cammino della società, traendo spunti e riflessioni da essa fino a diventare, in alcuni casi, colonna sonora di avvenimenti ed epoche. 
Le canzoni non assolvono più solo la funzione di specchio di un’epoca, ma oramai raccontano la storia come fanno De Gregori o Guccini (e anche Jovanotti) che ricorrono al suo pubblico o come Gaber che prediligeva l’attualità politica che con il passare del tempo è diventato documento storico. 
Forse il destino delle canzoni è quello di tastare il polso del proprio tempo in maniera immediata ed efficace e di dirci che la storia è degli uomini, e degli uomini il diritto di cantarla. 
I SenzaPazienza 
_ Mercoledì 26 maggio ore 9 
_ Mercoledì 26 maggio ore 11

giovedì 28 maggio 2009

Quattro chiacchiere... Sul fiume




Con l’eccezionale affluenza e il notevole successo ottenuto dal suggestivo incontro con il Priore della Comunità monastica di Bose padre Enzo Bianchi si è conclusa lo scorso 12 maggio la rassegna Quattro chiacchiere con… edizione 2008/2009, ma gli appuntamenti che nutrono la mente previsti nel corso di quest’anno non finiscono così.
A partire dalla fine del mese in corso la rassegna culturale organizzata dalla Biblioteca Bonetta sezione ragazzi a cura di Costantino Leanti in collaborazione con la libreria CLU cambia sede e si trasferisce dalle prestigiose aule universitarie in una cornice suggestiva come il nostro fiume Ticino: si aprirà infatti la quarta edizione della rassegna Quattro chiacchiere con… sul fiume, nata per iniziativa del Club Vogatori Pavesi, che ospiterà sulla propria Casa Galleggiante ancorata in via Milazzo un insieme di sei incontri a sfondo letterario, musicale e fotografico, tutti di giovedì sera alle ore 21: la partenza è prevista per il prossimo 28 maggio con un recital del leader dei Fio d’la Nebia, storico gruppo dialettale pavese, Silvio Negroni che narrerà la storia recente del Ticino, della città e dei suoi personaggi più caratteristici attraverso un programma che comprende tutte le canzoni più note della sua band, una parte narrativa dedicata agli episodi storici e di costume più curiosi nella vita pavese e una serie di immagini che documenteranno le storie e le musiche presentate. La settimana successiva, il 4 giugno, il prof. Giuseppe Polimeni, docente presso la Facoltà di Lettere della nostra Università, presenterà invece un interessante esperimento editoriale dal titolo “Evasioni letterarie”: una raccolta di racconti, poesie, pensieri realizzati dai detenuti della casa circondariale di Pavia in collaborazione con l’Istituto superiore Alessandro Volta, che si presenta come una sorta di sillabario in ordine alfabetico in merito ai sentimenti, alle emozioni e agli accadimenti quotidiani nella vita dei detenuti di un carcere. L’incontro vedrà la partecipazione anche di Vincenzo Andraous, scrittore particolarmente attento ai temi della detenzione e della devianza giovanile dalle colonne del quotidiano “Avvenire”, tutor e responsabile dei servizi interni della Casa del Giovane, che porterà la sua testimonianza di detenuto che sta percorrendo un cammino di reinserimento nella vita civile e lavorativa.

Dopo la pausa estiva, la rassegna riprenderà con gli altri quattro appuntamenti a partire dal 17 settembre, quando sarà ospite uno dei maggiori scrittori italiani e autentica gloria letteraria pavese: parliamo ovviamente di Mino Milani, che racconterà le proprie memorie personali di appassionato del fiume e di vogatore. Il 24 settembre sarà invece presente il vicedirettore della Biblioteca Bonetta Giovanni Zaffignani, che presenterà un documentario – realizzato da Marco Alberini, Giuseppe Deblasio e Angelo Rognoni – dedicato alla Roggia Carona, quel misterioso corso d’acqua che corre in buona parte interrato al di sotto delle strade e delle abitazioni della nostra città di cui oggi si è in gran parte perduta le conoscenza.

Il 1° ottobre si terrà invece la presentazione di un libro pubblicato da Excelsior 1881 dal titolo “Ticino. Le voci del fiume, storie di acqua e di terra”, che racconta come uno scrittore e un fotografo siano andati alla scoperta delle voci e delle immagini più suggestive di un intero corso d’acqua dalle sorgenti al Passo della Novena in Svizzera sino al Ponte della Becca, nei pressi di Pavia, dopo finisce il suo corso confluendo nel Po: ospiti della serata i due autori, lo scrittore e attore Giuseppe Cederna e il fotoreporter e regista Carlo Cerchioli.

Infine la rassegna di quest’anno si concluderà l’8 di ottobre con un interessante incontro dedicato alle vicende della Seconda Guerra Mondiale e della Resistenza, con particolare riferimento alle diverse culture presenti nella militanza antifascista: un tema che trae spunto dalla pubblicazione dell’ultimo libro di Clemente Ferrario, notissimo intellettuale, storico e narratore pavese, dal titolo “Tutto il bene avevamo nel cuore”. Assieme all’autore l’incontro vedrà la presenza della personalità politica pavese più celebre nella seconda metà del Novecento: Virginio Rognoni, ministro dell’Interno, della Difesa e della Giustizia fra gli anni Settanta e Novanta, poi vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, che ha scritto la prefazione al volume di Ferrario e porterà la sua testimonianza in veste di antifascista di matrice cattolica.

Emilio D'Adamo


IV edizione

Silvio Negroni
Silvio NEGRONI
Fermare un fiume
Canzoni, racconti e immagini
Giovedì 28 maggio 2009 ore 21

Giuseppe POLIMENI
Evasioni letterarie
Pagine nate nella notte, dentro un carcere
Con la partecipazione di Vincenzo ANDRAOUS
Giovedì 4 giugno 2009 ore 21

Mino MILANI
Pavia la bella
Vogare lungo il Ticino
Giovedì 17 settembre 2009 ore 21

Giovanni ZAFFIGNANI
La Roggia Carona
Un documentario di Marco ALBERTINI,
Giuseppe DE BLASIO e Angelo ROGNONI
Giovedì 24 settembre 2009 ore 21
Cederna e Cerchioli

Giuseppe CEDERNA e Carlo CERCHIOLI
Il Ticino
Le voci del fiume, storie d’acqua e di terra
Giovedì 1 ottobre 2009 ore 21

Clemente FERRARIO e Virginio ROGNONI
Tutto il male avevamo di fronte
Le diverse culture del fronte antifascista
Giovedì 8 ottobre 2009 ore 21
mercoledì 6 maggio 2009

Tra letteratura e musica 2008

Tra letteratura e musica 2008/2009
Auditorium San Giorgio via Bernardino da Feltre 9



· Che Cetra lo swing!


Ø Mercoledì 6 maggio ore 9

Ø Mercoledì 6 maggio ore 11


· A me mi piace il blues

Ø Giovedì 7 maggio ore 9

Ø Giovedì 7 maggio ore 11


· Dimmi chi erano i Beatles

Ø Mercoledì 13 maggio ore 9

Ø Mercoledì 13 maggio ore 11


· Vi canto delle storie

Ø Giovedì 14 maggio ore 9

Ø Giovedì 14 maggio ore 11

· Il volto italiano del beat

Ø Mercoledì 20 maggio ore 9

Ø Mercoledì 20 maggio ore 11


Misterioso viaggio nel silenzio di Thelonious Monk

Ø Giovedì 21 maggio ore 9

Ø Giovedì 21 maggio ore 11


· L’abbigliamento del fuochista

Ø Mercoledì 27 maggio ore 9

Ø Mercoledì 27 maggio ore 11

· Dal primo all’ultimo tango
Ø Giovedì 28 maggio ore 9
Ø Giovedì 28 maggio ore 11
venerdì 24 aprile 2009

Quattro chiacchiere con... Virginio Rognoni

Presentato da Clemente Ferrario
Venerdì 24 aprile 2009, ore 17
“Resistenza e Costituzione”

La rassegna culturale Quattro chiacchiere con…, organizzata dalla Biblioteca Bonetta Sezione Ragazzi in collaborazione con la libreria CLU a cura di Costantino Leanti, è giunta alla conclusione della settima edizione 2008/2009. L’ultimo appuntamento previsto nel calendario regolare è previsto per il prossimo venerdì 24 aprile alle ore 17 presso l’aula Foscolo dell’Università di Pavia.
Il tema dell’incontro è l’analisi di una delle pagine più importanti della storia italiana del Novecento: la Resistenza e la nascita della Costituzione democratica. A parlare di questi argomenti al pubblico pavese e ai ragazzi delle nostre scuole sarà il personaggio politico più celebre della nostra città: Virginio Rognoni, presentato da Clemente Ferrario.
Ricordiamo però che, rispetto alla serie di incontri presentata nell’autunno scorso, Quattro chiacchiere avrà un’interessantissima prosecuzione il 12 maggio alle ore 17 presso l’Aula Magna dell’Università: ospite il Priore della Comunità monastica di Bose, Enzo Bianchi.
Nato a Corsico il 5 agosto del 1924, alunno dello storico Collegio Ghislieri, Virginio Rognoni si è laureato in Giurisprudenza nel 1947 ed ha esercitato la professione di avvocato. Esponente storico della Democrazia Cristiana, la sua carriera politica è iniziata con l’esperienza di consigliere comunale a Pavia dal 1960 al 1964, quindi di vicesindaco e assessore all’urbanistica dal 1964 al 1967. Nel 1968 ha fatto il suo esordio nella politica nazionale come deputato, carica che ha mantenuto per sette legislature sino al 1994. In quegli anni ha avuto responsabilità rilevanti nei vari esecutivi come Ministro dell’Interno dal 1978 al 1983, di Grazia e Giustizia dal 1986 al 1987, della Difesa dal 1990 al 1992. Dal 2002 al 2006 è stato vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, al termine della cui esperienza si è ritirato a vita privata.

                                                                                                                         Emilio D’Adamo
------------------

Virginio Rognoni (Corsico, 5 agosto 1924) - Alunno dello storico Collegio Ghislieri, si è laureato in giurisprudenza nel novembre del 1947 all'università di Pavia (è stato anche borsista alla Yale University fra il 1949 e il 1950) ed ha esercitato la professione di avvocato. Esponente storico della Democrazia Cristiana, è stato consigliere comunale a Pavia dal 1960 al 1964 e vicesindaco nonché assessore all'urbanistica dello stesso capoluogo dal 1964 al 1967. Successivamente è approdato alla politica nazionale, riuscendo a restare deputato alla Camera per ben sette legislature (dal 1968 al 1994). Ha ricoperto la carica di Ministro dell'Interno (dal 1978 al 1983), di Grazia e Giustizia (dal 1986 al 1987) e della Difesa (dal 1990 al 1992). Dal 2002 al 2006 è stato vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura; terminata quest'esperienza, si è ritirato a vita privata.


giovedì 16 aprile 2009

Quattro chiacchiere con... Nadia Meriggi

Presentata da Stefano Maggi
Giovedì 16 aprile 2009, ore 17
"Archeologia e didattica: la preistoria raccontata dai bambini"

La rassegna culturale Quattro chiacchiere con…, organizzata dalla Biblioteca Bonetta Sezione Ragazzi a cura di Costantino Leanti, in collaborazione con la libreria CLU, sta giungendo alla conclusione del calendario di appuntamenti previsti per la stagione 2008/2009: nel corso dell’anno la cittadinanza pavese ha avuto l’opportunità di assistere a una programmazione particolarmente intensa e di qualità, in grado di spaziare fra gli aspetti più svariati della conoscenza e dell’attualità, sempre con un’attenzione particolare al mondo giovanile e ai problemi connessi alla vita degli adolescenti.
Il prossimo incontro è previsto per giovedì 16 aprile alle ore 17 nell’Aula Volta della nostra Università e si intitola “Archeologia e didattica: la preistoria raccontata ai bambini”. Relatrici sull’argomento Nadia Meriggi, insegnante della scuola primaria, e Silvana Miranda, docente di scuola media inferiore, che saranno presentate da Stefano Maggi, responsabile del Cridact. Scopo della conferenza è portare a conoscenza del pubblico non solo scolare un progetto attuato presso la scuola Pasquale Massacra di Pavia in collaborazione con il Cridact: la riscoperta in Museo degli oggetti del passato che possono aiutare la ricostruzione della preistoria della nostra città. Sulla base di questo processo di conoscenza diretta dei materiali, i ragazzi producono un racconto di parole e immagini che ricostruisce la loro esperienza, nel quadro di un’accattivante esperienza di educazione civica per un rispetto consapevole delle proprie memorie.
Il Cridact, Centro di Ricerca Interdipartimentale per la Didattica dell’Archeologia Classica e delle Tecnologie Antiche, è nato nel 2006 con lo scopo di promuovere la conoscenza dell’archeologia e della storia antica fra i giovani e più in generale fra i non specialisti del settore, mediante nuove forme di didattica e percorsi educativi in grado di rendere piacevole lo studio e l’approfondimento della storia.

                                                                                                                    Emilio D’Adamo
 ----------------------



Nadia Meriggi - L’incontro vuol far conoscere a un pubblico ampio, non limitato al mondo della scuola, un progetto-pilota del CRIDACT, che vede impegnati i ragazzi della scuola P. Massacra di Pavia. Si tratta di un lavoro di “riscoperta” in Museo degli oggetti del nostro passato che possono aiutare la ricostruzione della preistoria della città. In un dialogo costante con i materiali da una parte, con gli operatori del CRIDACT e gli insegnanti dall’altra, i ragazzi producono un racconto di parole ed immagini sulla loro esperienza: una esperienza che vogliamo pensare di educazione civica, nel senso della conoscenza delle proprie radici per rispettare e conservare ciò che della storia (antica e non) resta.
Il CRIDACT (Centro di Ricerca Interdipartimentale per la Didattica dell’Archeologia Classica e delle Tecnologie Antiche) nasce nel 2006 con lo scopo di promuovere la conoscenza dell’archeologia e della storia antica nei giovani e – più in generale, nel pubblico dei non-specialisti – , proponendo nuove forme di didattica e percorsi educativi capaci di avvicinare in modo corretto e piacevole alla storia.
martedì 31 marzo 2009

Quattro chiacchiere con... Gustavo Pietropolli Charmet

Presentato da Eugenio Critelli
Introduce Maria Teresa Nizzoli
Martedì 31 marzo 2009, ore 17
“Ritratto dell’adolescente di oggi”

La rassegna culturale cittadina intitolata Quattro chiacchiere con, la cui organizzazione e ideazione si deve all’iniziativa della Biblioteca Bonetta Sezione Ragazzi a cura di Costantino Leanti, in collaborazione con la libreria Clu, è giunta quest’anno alla settima edizione: gli appuntamenti previsti nel corso della stagione 2008/2009 hanno riguardato argomenti in grado di toccare gli aspetti più svariati della vita civile e degli orizzonti conoscitivi, in grado perciò di soddisfare i gusti di un’ampia fascia di pubblico, che ha risposto con una notevole partecipazione.
Come è risaputo, la rassegna è rivolta a tutte le fasce d’età, ma conserva una particolare attenzione al mondo giovanile e alle fasce in età scolare, alle quali sono state specificamente rivolte due manifestazioni collaterali: gli spettacoli teatrali tratti da alcune opere letterarie presentate dai medesimi autori e la prossima iniziativa “tra letteratura e musica”, con le consuete lezioni-concerto che si terranno nel mese di maggio.
Il prossimo incontro della rassegna letteraria, vicina alla sua conclusione, è prevista per martedì 31 marzo alle ore 17 nell’Aula Scarpa della nostra Università: presentato da Eugenio Critelli, sarà ospite il prof. Gustavo Pietropolli Charmet, che sarà protagonista di un dialogo dal titolo “Ritratto dell’adolescente di oggi”. Laureato in Medicina all’Università di Padova, ha proseguito il suo corso di studi presso l’Università di Milano con una specializzazione in psichiatria. Ha lavorato come aiuto e primario di psichiatria all’Istituto Pini di Milano e quindi è divenuto assistente e poi docente ordinario all’Istituto di Psicologia della Facoltà di Filosofia a Milano. Dal 1985 insegna Psicologia Dinamica; fra gli incarichi ricoperti, ricordiamo la direzione della scuola di specializzazione in psicologia del ciclo della vita, la presidenza dell’Istituto di analisi dei codici affettivi Minotauro e del Centro aiuto famiglia e al bambino maltrattato. Dal punto di vista editoriale, è responsabile scientifico dell’associazione L’amico Charly” e direttore scientifico della collana della Franco Angeli “Adolescenza, educazione, affetti”. Il volume da cui prenderà spunto la conversazione si intitola “Fragile e spavaldo” ed è stato pubblicato da Laterza nel 2008 nella collana Saggi Tascabili.


                                                                                                              Emilio D’Adamo
----------------

Gustavo Pietropolli Charmet, ha conseguito la Laurea in Medicina presso l'Università degli studi di Padova, proseguendo poi il suo percorso con una Specializzazione in Psichiatria all'Università di Milano. Pietropolli Charmet ha lavorato come psichiatra, come aiuto e primario di psichiatria all'Isituto Pini di Milano quindi è diventato assistente e ordinario all'Istituto di Psicologia della facoltà di Filosofia di Milano. E' docente di Psicologia Dinamica all'Università di Milano da 1985. Tra gli incarichi ricoperti da Charmet: la direzione della scuola di Specializzazione in Psicologia del Ciclo di vita, la presidenza dell'Istituto di Analisi dei Codici Affettivi "Minotauro" e del "Centro aiuto famiglia e al bambino maltrattato"; è inoltre responsabile scientifico dell'associazione "L'amico Charly" e direttore scientifico della collana di Franco Angeli "Adolescenza, educazione, affetti".
domenica 29 marzo 2009
IL VASO DA NOTTE D'ORO DEL RE

di Sebastiano Ruiz Mignone


Regia Francesco Mastrandrea
Musiche Walter Morelli
Debutto Istituto San Giorgio Sabato 29 marzo 2009
venerdì 20 marzo 2009


JAKE E LO SQUALO LUCCICANTE
liberamente ispirato a Sparkleshark di Philip Ridley.

Adattamento e regia di Antonio Amore.
Debutto Teatro Volta Venerdì 20 marzo 2009





 Lo spettacolo è frutto di un laboratorio teatrale di giovani attori pavesi composto da: Michele Bellinzona, Alessandro Carnevale, Paolo Ciccone, Federico Conti, Federica Lombardo, Annalisa Lugano, Elisabetta Oliva, Paolo Schifitto, Denis Spahaj.



“Jake e lo squalo luccicante” parla di un ragazzo vessato dai compagni di scuola perchè ritenuto “diverso”. Le angherie dei suoi simili, la mancanza di comunicazione con i familiari e la solitudine lo porteranno a costruirsi un mondo di fantasia, un mondo dove regna incontrastato il mostro: lo squalo luccicante. Il ragazzo, Jake, si rifugerà sul tetto della propria casa e a poco a poco i suoi amici, a cominciare dalla spasimante Polly, lo raggiungeranno, rapiti dalle mirabolanti avventure che Jake è in grado di inventare, rendendoli protagonisti di storie assurde e immaginifiche. 
Il testo è un delizioso e poetico omaggio alla fantasia e all'amicizia vissute come armi contro la
cattiveria del mondo. I ragazzi troveranno l'accettazione reciproca e la voglia di stare insieme
attraverso l'invenzione e l'allegria, seguendo l’invito di Jake ad addentrarsi nel suo fantasmagorico universo. La pièce è pregna di questioni attuali come la solitudine dei ragazzi, il bullismo e la voglia di vincere l'ipocrisia delle relazioni umane.







Vuoi vedere il video?







giovedì 19 marzo 2009

Quattro chiacchiere con... Silvia Roncaglia

Presentata da Fernando Rotondo
Giovedì 19 marzo 2009
“Dalla scrittura narrativa alla scrittura teatrale”

La rassegna culturale pavese Quattro chiacchiere con…, organizzata dalla Biblioteca Bonetta Sezione Ragazzi a cura di Costantino Leanti, in collaborazione con la libreria CLU, prosegue nel proprio calendario di appuntamenti previsti nel corso della settima edizione 2008/2009.
Il prossimo giovedì 19 marzo alle ore 17, presso l’Aula Volta dell’Università di Pavia, il pubblico avrà occasione di ascoltare una conferenza in cui verranno approfonditi i rapporti e le connessioni fra la scrittura narrativa e la scrittura teatrale: gradita ospite la narratrice per ragazzi Silvia Roncaglia, che sarà presentata dal critico letterario ed esperto di libri per giovanissimi Fernando Rotondo.
Silvia Roncaglia vive a Torre Maina, piccolo centro in provincia di Modena ed ha svolto per diciassette anni la professione di insegnante elementare, ha diretto per sei anni la rivista “Leggo leggo” e collabora con il gruppo teatrale “Nexus”, per conto del quale scrive testi di drammaturgia e progetta letture animate. Apprezzata autrice di filastrocche e libri per bambini, ha ricevuto numerosi premi, tra i quali nel 2001 una menzione speciale al Grinzane Junior per il testo “Ma che razza di razza è?” e nel 2006 il Bancarellino. Le sue opere sono state pubblicate nelle collane di narrative per ragazzi delle maggiori case editrici italiane: per Giunti Junior, ricordiamo “Intrighi, intralci, intrecci in viale Washington” e il recentissimo “Il grande sbadiglio”, giallo rivolto al pubblico dei giovani lettori da cui è stato tratto uni spettacolo teatrale a cura di Francesco Mastrandrea che sarà messo in scena all’Istituto San Giorgio martedì 17, mercoledì 18 e giovedì 19 marzo con due repliche per ogni giorno alle ore 9 e alle ore 11.

                                                                                                              Emilio D’Adamo 
------------------
Fernando Rotondo e Silvia Roncaglia


Silvia Roncaglia vive a Torre Maina, in provincia di Modena. Ha insegnato per 17 anni nella scuola elementare, ha diretto per sei anni la rivista Leggo leggo e collabora con il gruppo teatrale Nexus, per il quale scrive drammaturgie e progetta letture animate. Apprezzata autrice di filastrocche e libri per bambini, ha ricevuto numerosi premi, tra cui nel 2001 una menzione speciale al Grinzane Junior per Ma che razza di razza è?
martedì 17 marzo 2009
IL GRANDE SBADIGLIO
di Silvia Roncaglia

Regia di Francesco Mastrandrea.
Debutto Istituto San Giorgio Martedì 17 marzo 2009



"Una strana musica moderna si è diffusa nell'aria e un attimo dopo la mia borsa e il portafoglio di mio marito non c'erano più" ha detto la signora Bettina Berti interrogata dalla polizia. "Era musica pop!" ha specificato un giovane testimone, anche lui vittima dei furti avvenuti ieri pomeriggio ai grandi magazzini magnum... "Li ho visti scappare, erano nani!" ha riferito la signora Berti, inetrvistata da un nostro cronista... ma secondo il marito si trattava di bambini".

Pippo Merlo (investigatore privato), Aureliano Senzafissadimora (ricco magnate), Ester Senzafissadimora (sua figlia), I popluna (una banda di ragazzini), Madalona (chiromante), Ugo Trippa (informatore-macellaio), Jo Pantegana (capo del Clan dei Siciliani) e la sua guardia del corpo (O' Scarrafone), Buonanotte Betty (fidanzata di Joe pantegana), il Commissario Sventola (commissario di polizia) sono alcuni dei personaggi coinvolti in un giallo irresistibile.

Lo spettacolo è frutto di un laboratorio teatrale di giovani attori pavesi, la riduzione drammaturgia e la regia sono di Francesco Mastandrea le musiche di Walter Morelli, debutto e repliche nei giorni successivi.


martedì 10 marzo 2009
VISTO CHE SIETE CANI
di Walter Fontana


Regia di Francesco Mastrandrea.
Debutto Istituto San Giorgio. Martedì 10 marzo 2009




Il libro “Visto che siete cani” di Walter Fontana viene ridotto in un monologo esilarante dal comico pavese Francesco Mastrandrea.

Emilio è un giornalista che non sa scrivere.
Giovanni, suo fratello, è un comico che non sa far ridere.
Emilio vive immerso in una realtà virtuale, dominata dal sito WIKIPEDIA, che lo allontana sempre più dalla vita reale. Giovanni è membro di una compagnia di comici che insegue un fantomatico successo proponendo terrificanti gags superate da tempo e tormentoni deprimenti.
Le loro esibizioni sono accolte regolarmente dai silenzi perplessi ed imbarazzati del pubblico.
Emilio e Giovanni non hanno mai avuto molto in comune, fino a quando Emilio, nella speranza di conoscere una comica piuttosto confusa di nome Livia, propone di scrivere nuovi testi per la compagnia.
Appena entrato nel gruppo scoprirà però di essersi cacciato in guai enormi. 
Infatti gli attori, manovrati da un oscuro capocomico che non perde occasione di ricordare loro quanto siano cani, hanno fatto delle loro esibizioni una brillante copertura per attività meno limpide ma decisamente più redditizie.

E’ una storia di opportunità e mancanze, amori e vendette, dove lo spettacolo che comincia una volta chiuso il sipario è di gran lunga più sorprende di quello rappresentato in scena.
mercoledì 4 marzo 2009

Quattro chiacchiere con... Anna Turra

Presentata da Patrizia Pinotti
Martedì 4 marzo 2009
“Storie dalla Snia”

La rassegna culturale pavese Quattro chiacchiere con…, organizzata dalla Biblioteca Bonetta Sezione Ragazzi, a cura di Costantino Leanti in collaborazione con la libreria Clu, prosegue il ciclo degli incontri previsti per la stagione 2008/2009. Come già sapete la sede delle conferenze è stata trasferita rispetto alla collocazione abituale in virtù dei lavori di restauro in corso all’auditorium di Santa Maria Gualtieri: ora i vari appuntamenti si tengono presso le prestigiose aule storiche della nostra Università, fra i quali il prossimo previsto per mercoledì 4 marzo alle ore 17 in Aula Scarpa.
Gradita ospite della manifestazione sarà la scrittrice Anna Turra, presentata da Patrizia Pinotti, che illustrerà il contenuto del suo ultimo libro “Storie dalla Snia”.
Bresciana di nascita ma pavese d’ adozione, laureata in lettere classiche presso la nostra Università, insegna da vari anni latino e greco al Liceo Classico Ugo Foscolo. Studiosa della cultura del mondo classico e della letteratura cristiana antica, collabora da tempo al Seminario di Drammaturgia Antica presso il Crimta dell’Università, diretto da Anna Beltrametti. E’ autrice di alcuni testi del Recital “Per ribellione, per nostalgia”, rappresentato in San Pietro in Ciel d’Oro nel 2006 e del racconto “Arsdorf, Natale 1944”, presentato nel Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria di Pavia nel 2008, nell’ambito della rassegna “La guerra, le donne, la vita. Racconti di sopravvivenza”.
Il libro “Storie dalla Snia”, edito da Ibis nel 2007, racconta in prima persona le vicende di persone che hanno lavorato presso i laboratori della Viscosa a partire da un progetto di rilettura del testo delle “Troiane” di Euripide e dal lavoro di ricerca e documentazione sull’attività produttiva e l’esperienza umana dei lavoratori raccolto dal Gruppo di Ricerca sull’ex Snia Viscosa: un viaggio nella memoria operaia e industriale pavese da tempo rimossa, all’interno di un territorio costellato di macerie e scorie chimiche divenuto testimonianza palese della fine della propensione produttiva della  nostra città.

                                                                                                         Emilio D’Adamo
--------------
P. Pinotti e A. Turra

C. Leanti e A. Turra


Anna Turra, bresciana di nascita, pavese d’adozione, laureata in lettere classiche all’Università di Pavia, da vari anni insegna latino e greco al liceo Foscolo di Pavia. Studiosa della cultura del mondo classico e della letteratura cristiana antica, collabora da tempo al Seminario di Drammaturgia Antica presso il CRIMTA dell’Università di Pavia, diretto dalla professoressa Anna Beltrametti.
È autrice, oltre che delle Storie dalla SNIA (edizione Ibis 2007), nate appunto come esperimento di scrittura a margine del lavoro del Seminario sulle Troiane di Euripide, di testi, in dialogo con passi agostiniani, del Recital Per ribellione, per nostalgia rappresentato in S. Pietro in Ciel d’Oro nel 2006 e del racconto Arsdorf, Natale 1944, presentato nel 2008 nel Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria di Pavia nella rassegna La guerra, le donne, la vita. Racconti di sopravvivenza.
martedì 10 febbraio 2009

Quattro chiacchiere con... Emilio Radice

Presentato da Sandra Basti.
Introduce Maria Teresa Nizzoli.
Martedì 10 febbraio 2009, ore 17
“Cocaparty: storia di ragazzi fra sballi, sesso e cocaina”

La rassegna culturale Quattro chiacchiere con…, organizzata dalla Biblioteca Bonetta sezione ragazzi a cura di Costantino Leanti in collaborazione con la libreria Clu, prosegue gli appuntamenti previsti nella stagione 2008/2009 con un incontro dedicato al mondo dei giovani, visto in alcuni fra gli aspetti più drammatici e scioccanti della vita di un adolescente nel mondo contemporaneo.
Il prossimo martedì 17 febbraio alle ore 17, presso l’Aula Volta dell’Università di Pavia, presentato dalla psicologa del Sert di Pavia Sandra Basti, sarà gradito ospite il giornalista e scrittore Emilio Radice: cinquantottenne, autore di programmi radiofonici sul tempo libero e sulla diffusione degli stupefacenti, è stato per dieci anni redattore del quotidiano Paese Sera, mentre dal 1988 lavora a Repubblica occupandosi di cronaca nera e giudiziaria prima nella sede locale di Firenze, poi, dal 1991, alla sezione Cronaca di Roma della quale è caposervizio.
Il tema della sua conferenza-intervista è il reportage toccante e sofferto contenuto nelle pagine del libro “Cocaparty – Storie di ragazzi fra sballi, sesso e cocaina”, pubblicato da Bompiani a gennaio dello scorso anno e scritto a quattro mani con la collega Federica Angeli, anche lei redattrice della cronaca romana di Repubblica. I protagonisti di questa inchiesta hanno tutti fra i dodici e i diciassette anni e le loro testimonianze dirette alzano il velo su una realtà quotidiana che gli adulti faticano a comprendere e forse nemmeno immaginano nelle reali proporzioni della sua gravità: ragazzi italiani ma anche di altre nazionalità, provenienti da zone di disagio ma al tempo stesso da famiglie agiate e senza difficoltà familiari. Il loro rapporto con la cocaina è molteplice, come mezzo di sballo e divertimento senza la consapevolezza dei pericoli che derivano dal suo uso, come fonte di guadagno dedicandosi allo spaccio fra i coetanei, molto spesso ne diventano le inconsapevoli vittime.
Dalle pagine di questo eccezionale documento emerge il quadro allarmante di un rapporto perverso e normalizzato fra adolescenti, droghe e sesso che ha come teatro il mondo della scuola, sotto la minaccia della criminalità organizzata che gestisce il mercato illecito: il tutto descritto mediante le testimonianze dirette dei giovani protagonisti di queste allucinanti esperienze di vita.

                                                                                                              Emilio D’Adamo
--------------------------




Emilio Radice, 58 anni, già autore di programmi radiofonici sul tempo libero (Altrimenti insieme) e sulla droga (Il triangolo d'oro) per Raiuno, è stato per dieci anni giornalista di "Paese Sera". È, dal 1988, redattore del quotidiano "la Repubblica", per cui si è occupato di cronaca nera e giudiziaria, prima a Firenze e, dal 1991, presso la Cronaca di Roma, dove attualmente è caposervizio.
Hanno tra i 12 e i 17 anni i protagonisti di questa inchiesta sul mondo della cocaina; sono italiani, ma anche brasiliani e rumeni, provengono da zone di disagio ma anche da situazioni di agiatezza economica e familiare, se non di vera e propria ricchezza. O ci giocano incoscienti, o ci vivono e lavorano, spacciandola. Un intreccio fatale cinico ed inconsapevole tra adolescenti sesso e cocaina che avviene per lo più a scuola. A sollevare il velo su questa terribile realtà sono gli stessi ragazzi. I loro racconti nelle pagine del libro inchiesta di Federica Angeli e d Emilio Radice Cocaparty: storia di ragazzi fra sballi, sesso e cocaina.